Yantra Siddha Yoga per La felicità del compleanno: 
Un dono da parte di Gurumayi Chidvilasananda

Birthday Bliss Yantra

A proposito dello Yantra Siddha Yoga per La felicità del compleanno

di Ami Bansal

Lo yantra è un diagramma sacro, un’immagine mistica che serve come focalizzazione per calmare la mente. Questo yantra è stato creato da Gurumayi Chidvilasananda. È il dono che Gurumayi fa a tutti coloro che visitano il sito web del sentiero Siddha Yoga in giugno, per La felicità del compleanno, la celebrazione del mese del suo compleanno.

Yantra

In India, nei tempi antichi, le vibranti immagini degli yantra erano visualizzate dagli yogi in meditazione profonda. Lo yantra illustra la felice, spontanea evoluzione della Coscienza suprema quando crea l’universo, riempiendolo di una miriade di colori, suoni e forme. Lo yantra illustra anche l’involuzione della Coscienza, quando ritorna nel suo luogo di origine. Inoltre, lo yantra rappresenta la shakti di una particolare divinità, o di uno specifico aspetto del Sé supremo.

Il termine sanscrito yantra vuol dire letteralmente “strumento”. Yam significa “tenere, reggere o sostenere,” e tra significa “proteggere”. Dunque lo yantra è uno strumento che contiene l’energia divina della divinità e protegge colui che medita su di esso. Uno yantra porta la consapevolezza del cercatore dalla mente al Cuore, dalla forma al senza forma.

Gli elementi dello Yantra

Bhupura

Gli yantra sono tradizionalmente racchiusi in un bhupura, un quadrato con quattro entrate. Bhupura significa letteralmente “casa” o “regione della Terra”. Il bhupura crea un confine e agisce come contenitore della potenza dello yantra. Indica sia il mondo fisico sia il corpo umano, all’interno del quale si rivela il mondo spirituale.

Loto

Il loto è un simbolo universale di purezza e fioritura spirituale. Una delle parole sanscrite per loto è kamala. Secondo un’interpretazione tradizionale di kamala, la lettera ka significa “splendore” o “lucentezza” e mal significa “tenere o possedere”. All’interno dello yantra, il loto rappresenta un centro energetico che vibra costantemente di luce e dei suoni divini dei mantra. Quando un cercatore medita sullo yantra, il loto sboccia e porta la consapevolezza del cercatore nel Cuore.

Lo yantra Siddha Yoga per La felicità del compleanno contiene due fiori di loto: uno di sette petali e uno di otto petali.

Il loto di sette petali

Al centro dello yantra Siddha Yoga della felicità del compleanno c’è un loto con sette petali. Il loto ha la forma del Signore Ganesha, la divinità di questo yantra Siddha Yoga. Il Signore Ganesha è l’aspetto dell’Assoluto che rappresenta i nuovi inizi e rimuove tutti gli ostacoli. L’immagine del Signore Ganesha suggerisce la forma del simbolo sanscrito del suono primordiale AUM, perciò si dice che esso incarna il suono primordiale. I sette petali di questo loto rappresentano le sette note della scala musicale indiana, che sorgono da AUM.

In alcune scritture dello Shivaismo, il numero sette significa Shri Guru, il potere dispensatore di grazia di Dio. Le scritture parlano di sei forme del Signore Shiva, e al di là di queste c’è Shri Guru, il settimo Shiva, Parama-shiva, l’Assoluto supremo che assume un corpo fisico. Sul sentiero Siddha Yoga, la concessione della grazia di Shri Guru attraverso l’iniziazione shaktipat segna l’inizio del viaggio spirituale verso la liberazione.

Il loto di otto petali

Il numero otto è sacro alla Dea, la Shakti che tutto pervade, l’energia che è la forza vitale di ogni essere.

Secondo le scritture, uno dei centri energetici situati nel corpo sottile è hrit chakra o hridaya chakra, il loto a otto petali del cuore. Il loto del cuore è situato dove si trova il cuore fisico, ed è la sede del luminoso atman, l’anima. Il purissimo loto del cuore pulsa di amore incondizionato.

Il cerchio di 54 Cuori

Nello yantra il cerchio rappresenta la spirale evolutiva e involutiva del potere creativo di Shakti.

Nella filosofia yogica il numero 54 è significativo poiché è la metà del numero 108, considerato altamente propizio. Inoltre, le lettere dell’alfabeto sanscrito sono costituite da 54 vibrazioni sonore. I Japa mala sono fatti tradizionalmente di 108 grani, o di sottomultipli di questo numero sacro: 54, 36, 27 o 9.

Sahasrara

I delicati petali all’interno del cerchio di cuori rappresentano il sahasrara, il centro più alto nel corpo sottile e il culmine del viaggio spirituale. Sahasrara vuol dire letteralmente “migliaia di raggi di luce”, e nelle scritture indiane viene descritto come un loto dai mille petali, rappresentando così l’infinito splendore della Coscienza suprema.

Nila Bindu

Nila in sanscrito significa "blu" e bindu letteralmente è "un punto" o "un punto focale". A causa dell'insuperabile brillantezza del nila bindu, Baba Muktananda lo descrive come la “Perla Blu”. Questa è la casa del Sé interiore e la sorgente della forza vitale all’interno del nostro essere.

Nella sua autobiografia, Il gioco della Coscienza, Baba Muktananda descrive una visione della Perla Blu, che egli ebbe in meditazione. Baba scrive:

Vidi una nebbiolina di luce celestiale, con al centro la Perla Blu. Questa luminosità cresceva giorno dopo giorno. Essa circonda sempre la Perla Blu e si dice che la radiosità del firmamento all’interno del sahasrara venga dallo splendore della Perla Blu. Meditavo su di essa ogni giorno, e ogni giorno sorgeva la consapevolezza: “Io sono il Sé”.1

Invito

Questo yantra Siddha Yoga è uno strumento di meditazione. Vi esortiamo a dedicare un po’ di tempo ogni giorno, durante La felicità del compleanno, per visitare il sito web del sentiero Siddha Yoga e meditare su questa sacra immagine, dono di Gurumayi per voi.

 

1Swami Muktananda, Il gioco della Coscienza. Un’autobiografia spirituale. (South Fallsburg, NY: SYDA Foundation), pagg. 201-202.